World news story

Rossana Banti, veterana della Seconda Guerra Mondiale, riceve tre medaglie

Il 5 gennaio 2015 l’Ambasciatore britannico in Italia Christopher Prentice ha consegnato tre onorificenze militari alla 89enne Rossana Banti, per il suo operato al servizio degli Alleati durante la Seconda Guerra Mondiale.

This was published under the 2010 to 2015 Conservative and Liberal Democrat coalition government

Mrs. Rossana Banti during World War II

La signora Banti ha ricevuto: la War Medal 1939-45, per aver servito nell’esercito britannico durante la Seconda Guarra Mondiale; la 1939-45 Star, per i servizi resi oltremanica durante la guerra; e la Italy Star, per il suo operato in Italia.

La signora Banti, che compirà 90 anni l’8 gennaio 2015, figlia di un generale italiano, si arruolò nell’esercito britannico all’età di 17 anni nel FANY (corpo di infermeria di primo soccorso a cavallo) come operatrice radio nell’Unità ‘Forza speciale numero 1’ dello Special Operations Executive (SOE), rimanendovi in servizio fino alla fine della guerra. Nel corso di quegli anni difficili si occupò di mantenere i contatti via radio con gli agenti dietro le linee nemiche e divenne poi membro del team che dava istruzioni e chiamava a rapporto gli agenti in missione nell’Italia occupata.

Questa coraggiosa ragazza, che dopo la guerra ha intrapreso con successo una carriera nella produzione in ambito televisivo, è rimasta ignara dell’impatto del suo operato durante la guerra e riceve finalmente il giusto riconoscimento, 70 anni dopo.

L’Ambasciatore britannico in Italia, Christopher Prentice, ha così commentato:

La posta in gioco per gli uomini e le donne nel SOE non avrebbe potuto essere più alta: come infiltrati sarebbero stati uccisi in esecuzioni sommarie, se fossero stati catturati. Gli agenti, sia italiani che britannici, venivano paracadutati oltre le linee nemiche per organizzare ed equipaggiare i partigiani. Ma vivevano in condizioni terribili, con poco cibo, poche armi e munizioni. Dipendevano totalmente dalla dedizione dei funzionari FANY e dai contatti con loro”. L’Ambasciatore ha proseguito dicendo “La signora Banti ha dimostrato una dedizione straordinaria: era una di quelle numerose donne che ha servito la causa alleata durante l’occupazione nazista dell’Italia con entusiasmo.

Rossana Mathews, nata Banti

Rossana Banti (divenuta in seguito la signora Mathews) si arruolò sul campo nelle Unità Speciali del FANY (corpo di infermeria di primo soccorso a cavallo) il 23 settembre 1944, dopo aver prestato servizio nella Resistenza italiana. (Il 18 luglio 1944 il governo italiano le aveva inviato una lettera di riconoscimento per il suo servizio come ‘combattente sul campo’ dal 1 ottobre 1943 al 4 giugno 1944).

L’unità del FANY con cui avrebbe prestato servizio fino al 29 maggio 1945 faceva parte dello Special Operations Executive (SOE) in Italia, di nome ‘Forza speciale Numero 1’. Il ruolo principale del personale di segnalazione del FANY era la codifica e decodifica dei messaggi, e la loro trasmissione e ricezione da e verso gli agenti del SOE in Italia. L’attività di segnalazione era gestita con il sostegno di personale amministrativo del FANY.

Rossana Banti era di stanza presso lo scaglione amministrativo del quartier generale delle operazioni speciali per il Mediterraneo, a Torre a Mare. Come segretaria qualificata, fu trasferita alla base militare ME 61 l’8 dicembre 1944. ME 61 (facente parte del quartier generale delle operazioni speciali per il Mediterraneo) aveva sede a Mola di Bari.

Nominata istruttrice amministrativa del FANY l’8 maggio 1945, fu promossa al grado di lance corporal. Il grado temporaneo dei membri del FANY in servizio all’estero era Cadet Ensign, e questa sarebbe stata la decorazione indossata sull’uniforme di Rossana Banti.

Oltre all’inglese, Rossana Banti parlava corrrentemente italiano e francese. Conseguiva successi sportivi nell’equitazione, nello sci, nel nuoto e tiro a segno e ricevette addestramento da paracadutista nel SOE. Il suo certificato con la qualifica di paracadutista fu firmato dalla scuola di paracadutismo O.C., Sub-area 71, Comando Centrale Mediterraneo (CMF) il 14 ottobre 1944.

Il 25 settembre 1945 il comandante della Forza Speciale numero 1, Tenente Colonnello Hewitt, encomiò Rossana Banti per il suo prezioso servizio.

Durante questo periodo ha sempre indossato l’uniforme di Cadet Ensign del corpo britannico FANY e da tutti i punti di vista aveva lo status di ufficiale britannico. Ha lavorato con lealtà e coraggio per la causa alleata, guadagnandosi il rispetto e l’affetto delle truppe per la sua cordialità, il suo entusiasmo e il suo giudizio. Questo quartier generale desidera che il suo servizio al suo Paese e agli Alleati non resti senza riconoscimento.

Il Comandante Kim McCutcheon, comandante del FANY ha così commentato:

Voglio aggiungere le mie personali congratulazioni, da parte di tutti i membri del First Aid Nursing Yeomanry (FANY) ed i miei migliori auguri alla signora Banti, in questo momento molto speciale.

Published 5 gennaio 2015