World news story

L’Ambasciata Britannica aderisce a M’illumino di Meno

Anche quest’anno l’Ambasciata Britannica conferma la propria adesione alla fortunata campagna per il risparmio energetico del programma di Rai Radio 2, Caterpillar.

This was published under the 2010 to 2015 Conservative and Liberal Democrat coalition government

M'illumino di meno

Come ogni anno, M’illumino di Meno invita i partecipanti ad aderire a un simbolico “silenzio energetico” nel giorno in cui ricorre l’anniversario dell’entrata in vigore del Protocollo di Kyoto.

Caterpillar, promotore dell’iniziativa giunta quest’anno alla sua X edizione, invita istituzioni e privati cittadini, scuole e negozi, aziende e associazioni culturali, a rendere visibile la propria attenzione al tema della sostenibilità spegnendo il 14 febbraio prossimo le luci di piazze, vetrine, uffici, aule e private abitazioni, tra le 18 e le 19,30, durante la messa in onda della trasmissione: un gesto simbolico cui da qualche anno si affianca anche l’invito ad accendere, laddove possibile, luci “pulite”, facendo ricorso a fonti rinnovabili e sistemi più efficienti di illuminazione.

Al centro dell’iniziativa di quest’anno sono la cultura e i musei, con l’auspicio che uno spegnimento simbolico delle luci faccia accendere la cultura. A simboleggiare la partecipazione dei musei britannici, la National Portrait Gallery di Londra e i castelli e le ville del Galles, grazie all’adesione del National Trust of Wales, il National Museum Cardiff e il National Gallery di Londra .

A una settimana dalla Giornata del risparmio energetico, venerdì 7 febbraio, l’Ambasciatore Prentice ospiterà una puntata speciale di Caterpillar, che andrà in onda dalla Residenza di Villa Wolkonsky come di consueto su Rai Radio 2 dalle 18 alle 19:30.

L’impegno dell’Ambasciata al fianco di Caterpillar in questa iniziativa è ormai una tradizione e si sposa con le politiche del governo britannico in ambito energetico, e con l’approccio alla sostenibilità che l’Ambasciata stessa adotta da tempo per molte delle proprie attività.

Il risparmio e l’efficienza energetica sono due importanti fattori per il futuro del nostro pianeta e per lo sviluppo delle nostre economie. Il Regno Unito è molto impegnato a favorire la ricerca e gli investimenti nei settori verdi dell’economia, che sono tra quelli che stanno offrendo maggiori opportunità di lavoro e di crescita

Lo stesso ha asserito l’Ambasciatore britannico, Christopher Prentice nel suo video-annuncio.

Non è un caso che si trovi nel Regno Unito il più grande parco eolico in mare aperto al mondo, quello di London Array sull’estuario del Tamigi, e che il Regno Unito sia in prima linea a livello europeo per un accordo ambizioso sul clima.

E nell’Ambasciata stessa il tema del risparmio energetico e della sostenibilità è molto sentito. Sono trascorsi ormai dieci anni dalla costituzione di un gruppo chiamato Think Green, promosso da alcuni dipendenti per sensibilizzare e accompagnare il management dell’ambasciata nella direzione di scelte di gestione “sostenibili”, e per promuovere l’adozione di comportamenti responsabili dal punto di vista ambientale da parte di tutto lo staff. Il 14 febbraio prossimo, in occasione dell’appuntamento di quest’anno di M’illumino di Meno, oltre a spegnere simbolicamente le luci esterne dell’ambasciata, si terrà una giornata di sensibilizzazione per un uso più responsabile di tutte le apparecchiature energivore a disposizione del personale.

Published 3 febbraio 2014