World news story

ShakespeareLives in Montecitorio

La campagna ShakespeareLives in Italia termina con un evento ospitato dal Parlamento italiano.

ShakespeareLives

È stato ospitato oggi a Roma, presso la Nuova Auletta dei Gruppi Parlamentari di Montecitorio, l’evento conclusivo di Shakespeare Lives in Italy, il programma di eventi e iniziative promosse dal British Council e dall’Ambasciata Britannica insieme al Department for International Trade e all’ente per la promozione del turismo britannico Visit Britain, per festeggiare William Shakespeare a 400 anni dalla sua scomparsa.

William Shakespeare nacque a Stratford-upon-Avon il 23 aprile del 1564 e morì il 23 aprile 1616, lasciando in eredità alla cultura e alla letteratura britannica 37 opere teatrali, di cui ben 12 sono ambientate in Italia, e 154 sonetti. I suoi lavori sono stati tradotti in oltre 100 lingue e vengono letti e studiati ogni anno da milioni di studenti in tutto il mondo. Oggi Shakespeare, la cui opera ha ispirato oltre 1.000 produzioni cinematografiche e televisive, vive nella lingua inglese, nella cultura e nella società britanniche, e nell’influenza che il suo genio continua a esercitare anche al di fuori del Regno Unito.

Dopo l’avvio della campagna italiana il 27 gennaio a Milano, con l’assegnazione del premio Intercultural British Award a Gigi Proietti, da tredici anni Direttore artistico del Globe Theatre a Roma, Shakespeare Lives in Italy ha continuato per tutto il 2016 con eventi e iniziative sull’intero territorio nazionale, sul web e sul piccolo e grande schermo, grazie al supporto di partner di spicco come l’Associazione Nazionale dei Comuni Italiani, Bologna Children’s Bookfair, le librerie laFeltrinelli e RAI, main media partner della campagna con programmazioni speciali da parte delle testate RaiNews24, Rai Cultura e Radio 2 RAI.

Frutto della collaborazione tra l’Ambasciata britannica in Italia e il Gruppo Parlamentare di Amicizia Italia-Regno Unito, l’evento di questa mattina a Montecitorio si è svolto alla presenza dell’Ambasciatore britannico Jill Morris e della Senatrice Michela Montevecchi, Presidente del gruppo interparlamentare.

Nel corso della mattinata, oltre 250 alunni delle scuole italiane hanno presentato i lavori svolti nel corso dell’ultimo anno sui testi del Bardo, in omaggio all’influenza e al fascino che la sua opera continua a esercitare soprattutto in Italia.

Presentati in anteprima da Paul Sellers, Direttore del British Council in Italia, due episodi della serie “Walking Cities”, documentari realizzati dal British Council e dedicati ai luoghi simbolo di Shakespeare in Italia. Tra questi, Roma e Verona.

L’evento ha visto inoltre la partecipazione dell’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica “Silvio D’Amico”, che con Francesco Montanari, affermato attore del panorama televisivo italiano, ha fatto rivivere i testi di William Shakespeare nell’insolita cornice istituzionale.

In occasione della speciale mattinata a Montecitorio, l’Ambasciatore britannico Jill Morris ha dichiarato:

Sono particolarmente lieta che il successo della campagna Shakespeare Lives in Italy, che ha raggiunto milioni di italiani in questi ultimi mesi, venga celebrato oggi in una così importante sede istituzionale. La presenza di tanti giovani ragazze e ragazzi delle scuole italiane, riuniti nel nome del più noto autore inglese, ci ricorda per altro quanto Shakespeare rappresenti, ancora dopo 400 anni, il simbolo della passione e del legame speciale che lega i nostri due Paesi.

La Senatrice Michela Montevecchi, Presidente del Gruppo Parlamentare di Amicizia tra Italia e Regno Unito, ha così commentato:

È un onore ospitare in Parlamento l’evento che conclude un anno di celebrazioni dedicate a un gigante del patrimonio letterario mondiale, un osservatore acuto, un tessitore di trame universali - di cui un terzo ambientate in Italia - che continuano a essere fonte inesauribile d’ispirazione e strumenti per interpretare il mondo che ci circonda. Da qui l’importanza di coinvolgere in modo attivo studenti e studentesse, e di trasformare per un giorno il Parlamento in un laboratorio shakespeariano.

Published 16 dicembre 2016