Comunicato stampa

Aiuti finanziari per gli studenti dell’UE

Gli studenti dell’Unione Europea che intendono fare domanda a corsi universitari nel Regno Unito per l’anno accademico 2017/2018 continueranno a beneficiare di aiuti e sussidi.

placeholder

Oggi, 11 ottobre 2016, il governo britannico ha annunciato che gli studenti dell’Unione Europea che intendono fare domanda per un corso di laurea presso un’università, o altro istituto, del Regno Unito per l’anno accademico 2017/2018 continueranno a poter beneficiare, da oggi e per tutta la durata dei loro corsi di studio, dei prestiti e delle sovvenzioni messi a disposizione degli studenti comunitari.

Di conseguenza, gli studenti che intendono fare domanda per l’anno accademico 2017/2018, non soltanto avranno diritto a richiedere gli aiuti finanziari attualmente a loro disposizione, ma potranno continuare a beneficiarne per tutta la durata del periodo di studio - anche nel caso in cui il Regno Unito dovesse nel frattempo completare le procedure per l’uscita dall’Unione Europea.

Tale decisione permetterà alle università di avere la certezza dei fondi a loro disposizione, oltre ad assicurare ai futuri studenti, interessati a studiare presso una delle prestigiose università britanniche, che i termini e le condizioni di eventuali sovvenzioni non cambieranno in caso di uscita del Regno Unito dall’UE. La stessa garanzia verrà data agli studenti dei corsi post-diploma.

L’annuncio di oggi fa seguito alle rassicurazioni già avanzate dal governo britannico il giugno scorso, a seguito dell’esito del referendum britannico sull’UE. Fino ad ora era stato garantito agli studenti attualmente iscritti a corsi universitari, e post diploma, e agli studenti in procinto di iscriversi per l’anno accademico 2016/2017, che le condizioni per l’accesso agli aiuti finanziari sarebbero rimaste invariate.

Il Ministro per l’Università Jo Johnson ha dichiarato:

Sappiamo che il risultato del referendum ha comportato alcune incertezze per il nostro sistema educativo. Per questo motivo, in giugno abbiamo agito rapidamente per garantire assistenza finanziaria agli studenti attualmente iscritti ed intenzionati a fare domanda per quest’anno.

Gli studenti internazionali forniscono un importante contributo al nostro rinomato sistema universitario. Vogliamo che questo contributo continui. La possibilità di garantire agli studenti l’idoneità a beneficiare di eventuali aiuti finanziari, non soltanto per l’anno a venire, ma per tutta la durata dei loro corsi, permetterà di dare maggiore sicurezza a studenti e università.

Stiamo inoltre portando avanti dei provvedimenti, tramite il High Education Bill, per mantenere lo status mondiale delle nostre università, permettendo di fornire agli studenti un’istruzione accessibile e di qualità e ai datori di lavoro di ottenere le competenze di cui hanno bisogno per stimolare la crescita della nostra economia.

Secondo le attuali norme che regolano gli aiuti finanziari per gli studenti, i cittadini dell’Unione Europea hanno diritto a ricevere prestiti per il pagamento delle tasse d’iscrizione ai corsi di laurea triennali se hanno risieduto all’interno dell’Area Economica Europea per un minimo di 3 anni, antecedenti l’inizio degli studi. I cittadini comunitari residenti nel Regno Unito da più di 5 anni possono richiedere borse di studio per finanziare i corsi di laurea triennale o prestiti per i corsi di laurea specialistica. Allo stesso modo, in base alla legislazione europea, gli studenti europei hanno diritto a richiedere il ‘home fee status’, ovvero di pagare le stesse tasse universitarie degli studenti britannici. Gli studenti internazionali, extra comunitari, non hanno diritto a simili agevolazioni.

La decisione annunciata oggi ha un importante significato per gli studenti dell’Unione Europea, o i loro familiari, che stanno presentando domanda per un corso di laurea, con inizio ad agosto 2017. Nel caso in cui il corso di laurea preveda l’opzione di un sostegno finanziario, le norme attualmente in vigore rimangono invariate. Tutti i richiedenti continueranno a poter beneficiare di prestiti o sovvenzioni, in base alle attuali condizioni, e, se idonei, potranno continuare a ricevere tali aiuti per tutta la durata del loro corso di studi.

Lo status dei cittadini dell’Unione Europea nel Regno Unito forma parte di un più ampio discorso con l’Unione Europea che il governo britannico sta attualmente portando avanti allo scopo di raggiungere un accordo per la protezione dei diritti dei cittadini comunitari nel Regno Unito e dei cittadini britannici in Europa.

Published 11 ottobre 2016