World news story

“Grown in Britain, shared globally”

Il Regno Unito firma il contratto di partecipazione ad Expo Milano 2015.

This was published under the 2010 to 2015 Conservative and Liberal Democrat coalition government

UK Expo 2015 Milano Official Signing
UK Commissioner General Hannah Corbett and Giuseppe Sala, Commissioner of the Italian Government for Expo Milano 2015 signing contract

Con la firma del contratto di partecipazione che si è tenuta questa mattina a Milano, il Regno Unito ha ufficializzato la propria presenza all’Esposizione Universale del 2015. Nel proprio Padiglione mostrerà quanto di meglio in ricerca, innovazione e imprenditorialità il Paese possa offrire, realizzando uno spazio espositivo di forte impatto in cui svilupperà il theme statement “Grown in Britain, Shared Globally” (Coltivato in Gran Bretagna, condiviso globalmente).

Gli elementi che il Regno Unito intende sottolineare

Quella lanciata dal tema di Expo Milano 2015 – “Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita” – è una sfida globale. Per questo motivo il Regno Unito porterà a Milano, insieme alla sua ricca storia, le tecnologie e le soluzioni scientifiche necessarie per affrontarla. Sono due gli elementi che il Paese ha intenzione di sottolineare: che il Regno Unito moderno è straordinariamente aperto, creativo, vario e collaborativo; e che questa mentalità unica sta generando delle eccellenze mondiali che costituiscono dei veri e propri punti di svolta in agrotecnica, scienze botaniche, medicina veterinaria, sicurezza alimentare, industria alimentare e delle bevande.

Un’esperienza davvero inedita

La partecipazione britannica non si limiterà all’aspetto del Padiglione: il Regno Unito offrirà un’esperienza davvero inedita sia ai visitatori reali che si recheranno a Milano l’anno prossimo, sia ai visitatori virtuali da tutto il mondo. L’obiettivo è di dar vita a una collaborazione che duri nel tempo, eredità di questo evento globale.

Attraverso il padiglione del Regno Unito – ha detto Lord Livingston, Ministro del Commercio britannico – raggiungeremo milioni di persone nel mondo e rafforzeremo la percezione positiva del Paese che avevamo dato all’Expo i Shanghai 2010 e con i Giochi Olimpici di Londra del 2012.

Il contributo del Regno Unito a un’eccezionale Esposizione Universale

Il successo di Expo 2015 – ha dichiarato Hannah Corbett, Commissario Generale di Sezione del Regno Unito – è importante per l’Italia e per tutti coloro che investono in questo evento universale. Siamo certi che l’Italia realizzerà un’eccezionale Esposizione Universale. Per questo vogliamo contribuire in modo pieno a tale successo. Si tratta di una fantastica opportunità per l’Italia, per il nostro Paese e per i creativi, il sistema economico e le comunità di ricercatori britannici, perché possiamo mostrare al mondo tutto ciò che stiamo facendo per contribuire alla sfida di nutrire il Pianeta.

L’interpretazione del tema

Siamo molto soddisfatti della presenza di qualità con cui il Regno Unito parteciperà all’Esposizione Universale – ha spiegato Giuseppe Sala, Commissario Unico Delegato del Governo per Expo Milano 2015. L’interpretazione inglese del tema rispecchia in modo perfetto la storia del Paese che, a Londra, nel 1851 ha ospitato la prima edizione di questo straordinario evento. Innovazione, ricerca e tecnologia per migliorare il mondo e la qualità di vita delle persone sono le parole-guida di questa manifestazione, il vero testimone che i Paesi che hanno avuto l’onore di ospitarla si sono passati. Una mission che Expo Milano 2015 intende rispettare e valorizzare, invitando tutti gli Stati partecipanti a condividere esperienze e conoscenze per garantire un futuro migliore per tutti.

Contatti:

Raffaella Previtera, Head of Communications Team, Consolato Generale Britannico di Milano communicationsmilan@fco.gov.uk

Published 14 febbraio 2014